Venerdì 30 aprile io e la mia classe abbiamo avuto un incontro con l’assessore all’ambiente di Cerveteri, Elena Gubetti. Le abbiamo presentato il nostro progetto per migliorare l’ambiente.

La nostra idea è rappresentata in un’infografica, inizialmente ideata per il progetto ERASMUS PLUS pensato insieme alla scuola olandese di Assen con cui siamo gemellati. Purtroppo in Olanda le condizioni sanitarie per il Covid non hanno permesso ai nostri amici stranieri di partecipare a questo nostro progetto, ma noi comunque abbiamo deciso di continuare.

Nell’infografica sono presenti diversi dati che abbiamo raccolto da delle interviste alle nostre famiglie, ai collaboratori scolastici della “Salvo d’Acquisto” e al signor Daniele Biscontini, il quale ci ha parlato dell’impresa “Emersum”, che trasforma le plastiche in un filato per produrre bellissimi costumi. Durante il percorso, abbiamo scoperto che Cerveteri è una cittadina che fa delle cose buone per l’ambiente; infatti, ci sono associazioni di volontariato per la pulizia delle spiagge, come a Torreflavia, e ormai in tutte le mense scolastiche si usano piatti e posate biodegradabili.

Abbiamo proposto ad Elena Gubetti alcune nostre idee per il miglioramento dell’ ambiente, che di seguito elenco:

• Distribuire prodotti biodegradabili in scuole e in supermercati

• Produrre esclusivamente bottiglie in vetro

• Mettere più cassonetti per la raccolta differenziata nei luoghi di incontro

• Fornire più distributori d’acqua

• Mettere dei depuratori nei rubinetti delle case per ridurre l’uso di bottiglie in plastica

• Mettere a disposizione dei cittadini skate o biciclette

• Rendere elettrici i mezzi di trasporto, in particolare gli autobus scolastici

L’assessore è stato incuriosito dalle nostre proposte e ha però affermato che non servono depuratori d’acqua nelle case, in quanto da rubinetti esce acqua potabile e siamo forse noi che siamo abituati al sapore dell’acqua in bottiglia, che per altro non è detto che sia qualitativamente migliore di quella che esce dai nostri rubinetti.

Infine, Elena Gubetti ha assegnato ad ognuno di noi ragazzi una sorta di diploma, una stella marina al merito con su scritto il nostro nome e la frase

“ OGNI INDIVIDUO HA IL POTERE DI FARE DEL MONDO UN POSTO MIGLIORE”.

La classe ha partecipato con molto interesse a tutte le fasi del progetto che i nostri professori hanno proposto con passione a noi che siamo la generazione, cui questa terra sarà affidata negli anni futuri.

Articolo di : Lucrezia Pasquariello